Ecco la nuova rubrica del FantaNews: il FantaClub della PEFL

Con la nuova stagione della ProEvolution FantaLeague (PEFL), Lega di Fantacalcio online messinese, il FantaNews ha deciso di lanciare una nuova rubrica denominata il “FantaClub della PEFL” per raccontare le vicende del FantaCampionato PEFL 2019/20.

Adesso senza perdere ulteriore tempo andiamo a vedere quanto è accaduto nel corso dei primi novanta minuti del nuovo emozionante torneo della PEFL.

Atletico Franconia-A.C. G.G.R. 1-1

In un Penzo colmo d’entusiasmo per la vittoria ottenuta nella scorsa stagione i Campioni d’Italia dell’Atletico Franconia hanno steccato di fronte agli eterni rivali della G.G.R., raccogliendo solo un pareggio per 1 a 1. Gli spettatori presenti al Penzo hanno assistito ad una partita equilibrata, dove nessuna delle due compagini è riuscita a prevalere sull’altra. Nel primo tempo le due squadre hanno pensato più che altro a studiarsi, mentre la ripresa è stata più vivace anche se il clou delle emozioni sono avvenute tutte nel finale. A sbloccare la partita ci ha pensato al 92′ l’ex Mojito United Jasmin Kurtic, che così ha segnato il suo primo goal con la maglia dell’Atletico Franconia al debutto. La gioia del vantaggio per i ragazzi di mister Merrino è durata solo 180 secondi, infatti al 95′ minuto ci ha pensato il colombiano Duvan Zapata a fissare il risultato sull’uno a uno finale.

Top: Kurtic (A), Castrovilli e Zapata (G)

Flop: Zapata C. (A) Gervinho (G)

Le Pagelle dei Mister

G. Merrino voto 6: Probabilmente con la testa l’Atletico Franconia era ancora in vacanza a festeggiare la vittoria dello scorso anno, infatti i veneti sono apparsi distratti a tratti superficiali. Le note positive sono le buone prove di Kurtic e del confermato Di Lorenzo. Da rivedere, invece, alcune scelte dello stesso tecnico come l’esclusione di Berardi. Sbornia da scudetto…

F. Loria voto 6: Il nuovo corso linea verde della G.G.R. inizia con un buon pareggio in trasferta, anche se i rimpianti non mancano e ciò è dovuto ad alcune mosse sbagliate dello stesso tecnico come le esclusioni di Cristante e Donnarumma. Da segnalare, oltre al bomber Zapata, gli ottimi esordi di Castrovilli e Cistana. Un punto di buon auspicio…

Il Talismano-Iaconaccio 4-2

Inizia nei migliori dei modi l’avventura dei ragazzi del Talismano, inseriti dagli addetti ai lavori tra i favoriti per la vittoria del titolo, che tra le mura amiche sconfiggono per 4 a 2 un buon Iaconaccio. La partita della Sardegna Arena è stato senza alcun dubbio il match più entusiasmante del primo turno di campionato. Partono forte i padroni di casa di mister Galletta che dopo appena 17 minuti trovano la via del goal con l’attaccante belga Dries Mertens. Passano solo 5 minuti e Il Talismano si porta sul 2 a 0 con il primo goal con la maglia del Talismano del centrocampista armeno Mkhitaryan. Lo Iaconaccio stordito dall’uno due dei sardi non si è abbattuto e anzi nei minuti finali del primo tempo ha provato a rientrare in partita con la prima rete in nerazzurro di Stefano Sensi. Subito il 2 a 1 il Talismano ha iniziato la ripresa mettendo sotto assedio la difesa emiliana e cosi in appena 120 secondi sono arrivate altre due reti. La prima al 67′ minuto è stata realizzata ancora una volta da Mertens, autore di una doppietta, e dopo un minuto ci ha pensato il polacco Piatek a fissare il provvisorio 4 a 1. Nonostante il tremendo uno due lo Iaconaccio non ha alzato bandiera bianca e al 77′ ha siglato il 4 a 2 finale con Simeone.

Top: Meret, Mertens, Mkhitaryan (T), Kolarov, Sensi, Simeone (I)

Flop: Aina (T), Higuain (I)

Le Pagelle dei Mister

S. Galletta voto 9: Inizia col botto il campionato del Talismano, che grazie ad una prestazione pressochè perfetta riesce a sconfiggere con un sonoro 4 a 2 lo Iaconaccio. Il tecnico rossoblu ha avuto il merito di azzeccare tutte le mosse facendo esaltare le qualità di un collettivo fantastico. Inizio travolgente…

M. Iacono voto 7: Contro un avversario in stato di grazia come il Talismano lo Iaconaccio ha disputato una signora partita perdendo a testa alta. I nerazzuri hanno mostrato un calcio migliore rispetto alla passata stagione ed hanno messo in mostra delle ottime individualità come Kolarov, Sensi e Simeone. Da rivedere, invece, un opaco Higuain. Sconfitta onorevole

Nano Boys-Supa Strikas 2-1

I Nano Boys di mister Guerrera tornano nella massima serie della PEFL sconfiggendo in casa di misura (2-1) lo Supa Strikas. In un Tardini bandito a festa per il ritorno nell’elite della PEFL i canarini di mister Guerrera hanno messo in mostra delle cose positive come le performance di Orsolini e Pellegrini, che sono stati determinanti per il successo dei gialloblu. Sin dall’avvio i padroni di casa hanno provato a prendere le redini del gioco, ma nel primo tempo i gialloneri di mister Morales hanno saputo difendere con ordine rischiando davvero poco. Nella ripresa la spinta dei parmensi si è fatta più pressante e così ci ha pensato capitan Belotti ha regalare il vantaggio. Trovata la via del goal, i ragazzi di Guerrera hanno avuto il merito di continuare a spingere sull’acceleratore e cosi al 77′ è arrivato il raddoppio con Orsolini. Subito il 2 a 0 lo Supa Strikas ha provato a reagire, ma il tempo rimasto era davvero poco e così i taorminesi sono riusciti solo ad accorciare le distanze al 91′ minuto con l’ex G.G.R. Criscito.

Top: Orsolini, Pellegrini Lo. (N), Criscito, Ribery (S)

Flop: De Ligt (N), Sepe (S)

Le Pagelle dei Mister

S. Guerrera voto 7: Dopo tre stagioni di purgatorio sulla panchina del Cayosa Team, mister Guerrera ritrova la sua panchina quella dei Nano Boys e con essa l’entusiasmo di un tempo. All’esordio in campionato i parmensi trovano una vittoria convincente, grazie soprattutto a Orsolini e Pellegrini in formato super, mentre ha destato qualche perplessità la prova di De Ligt. Insomma c’è ancora da lavorare, ma i Nano Boys sono tornati! Il ritorno del Guerriero...

M. Morales voto 5,5: Un ottimo Ribery, il migliore in campo dei gialloneri, non è bastato allo Supa Strikas per evitare il primo K.O. stagionale, e lo stesso tecnico Morales non è esente da colpe avendo escluso Muriel dall’undici titolare. Certo siamo ancora agli inizi e il tempo per riprendersi c’è, ma iniziare con una sconfitta non è di certo il miglior inizio. Inizio in salita

Rangers 1976-Mojito United 0-2

Chiudiamo il nostro primo appuntamento con FantaClub PEFL raccontandovi il quarto ed ultimo incontro in programma, quello dell’Adriatico di Pescara tra i Rangers 1976 e il Mojito United. Quello dell’Adriatico di Pescara è stato il match più squilibrato della giornata perchè i Rangers 1976 è come se non fossero scesi in campo, troppo brutti a vedersi per essere vero. Al contrario il Mojito United ha avuto il merito di intraprendere la gara in maniera corretta e così violare l’Adriatico è sembrato quasi una passeggiata. L’uomo chiave per il successo biancoverde è stato il centravanti bosniaco Edin Dzeko. La pratica Rangers 1976 è stata chiusa dagli uomini di mister Borioli in appena 20 minuti, infatti già al 17′ minuto gli etnei sono passati in vantaggio con Immobile. Dopo solo due minuti hanno chiuso la partita con la rete dell’ex G.G.R. Edin Dzeko. Trovato il 2 a 0 i siciliani hanno gestito il vantaggio senza correre alcun rischio.

Top: Dzeko, Godin (M)

Flop: Rangers 1976

Le Pagelle dei Mister

G. Loria voto 4,5: Inizio da incubo per i Rangers 1976 che in casa dinnanzi al Mojito United si sciolgono come neve al sole. I pescaresi non sono riusciti mai ad impensierire seriamente il Mojito United, perdendo anche la testa come dimostra il cartellino rosso a De Paul. E cosi la coppia Lukaku&Ronaldo che doveva far tremare il mondo ha subito il primo pesante K.O. Disastroso…

M. Borioli voto 7,5: Vittoria autorevole per il Mojito United di Matteo Borioli, che senza rischiare più di tanto è riuscito a ottenere una vittoria importante come quella di Pescara. Gli etnei hanno dimostrato di avere già un’anima e un leader Edin Dzeko. Tre punti prestigiosi…

francescoloria
Settembre 18, 2019
Tags: , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *